Lo specialista dell'umidità di risalita Ferrara, Ravenna, Rovigo, Mantova, Bologna e Modena.

Soluzione definitiva all’Umidità Di Risalita a Sant’Agostino di Cento 2017

Umidità di risalita a Sant'Agostino di Cento

0 941

Umidità di risalita a Sant’Agostino di Cento

In questo cantiere vi erano danni agli intonaci, causati sia dall’umidità di risalita, che da altre problematiche, le quali erano:

  1. Il tagliamuro (guaina a protezione dall’umidità ascendente) anche se presente, era stato danneggiato dalla manodopera durante la costruzione dell’edificio, in fase di realizzazione degli scassi per gli impianti.
  2. L’intonaco era realizzato con malte premiscelate contenenti gesso, che risentiva della condensa del pavimento.
  3. Le pareti erano state tinteggiate con vernice poco traspirante.

Siamo intervenuti rimuovendo le parti di intonaco ammalorate e successivamente per fermare l’umidità di risalita abbiamo riparato il tagliamuro in vetroresina prolungandolo fino alla parte esterna dell’intonaco, utilizzando cemento osmotico e microemulsioni impermeabilizzanti.

Poi abbiamo installato un impianto elettrosmotico a 40 cm da terra, inserendo un cavo in lega di titanio ed altri metalli nobili per creare una linea positiva, in seguito abbiamo inserito il polo negativo in una nicchia a terra sopra il battiscopa, con 8 puntazze infilate nel muro, che arrivano a 30 cm di profondità dal piano esterno di calpestio.

Avendo una risalita a 25 cm di altezza ho scelto di realizzare l’intonaco subito dopo con un doppio strato di antisale specifico per sali nitrati, e il secondo strato di intonaco è stato realizzato usando esclusivamente calce aerea naturale e sabbia del Friuli.

Garanzia di 20 anni sull’impianto e gli intonaci

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.