Lo specialista dell'umidità di risalita Ferrara, Ravenna, Rovigo, Mantova, Bologna e Modena.

Muffa bianca sul muro

In realtà non si tratta di un tipo di muffa bianca ma si tratta di sali

6 4.371

Muffa bianca sul muro?

La muffa bianca “sul muro” è una definizione ERRATA, che spesso viene utilizzata per identificare una patologia causata dall’umidità di risalita, devi sapere che in realtà le barbe bianche presenti sui muri sono conglomerati di sali, cristallizzati in efflorescenze (fioriture esterne al muro).

muffa bianca sul muro
Cristallizzazione di sali solfati presente nella parete di un magazzino agricolo.

Molto spesso queste efflorescenze si manifestano all’interno delle abitazioni, poiché all’aperto i sali cristallizzano maggiormente all’interno del muro, oppure vengono lavati via dalle piogge, tuttavia non è impossibile trovarli nei lati esterni dei vecchi casali, sotto alcuni porticati o fienili d’epoca dove la ventilazione è ostacolata da altre pareti.

Muffa bianca sul muro
Esempio di cristallizzazione all’aperto, i sali in questione non hanno potuto cristallizzare nelle fughe, poiché queste sono realizzate in cemento

Non si tratta quindi di muffa bianca sui muri, ma di sale arrivato tramite l’umidità di risalita, cioè acqua, che in assenza di barriere fisiche, chimiche o elettrostatiche tramite la propria tensione superficiale risale i pori, contenendo sali in forma deliquescente. Entrambi si asciugheranno all’esterno del muro, qui acqua e sali arrivati si separano, l’acqua riscaldata dal sole o ventilata dalle correnti evapora nell’atmosfera, mentre i sali possono cristallizzare all’interno o all’esterno del muro.

Muffa bianca sul muro
Sali di un insolito colore verdastro, anche qui non si tratta di muffa

Se la cristallizzazione avverrà nella parte più esterna del manufatto, ad esempio nella vernice o nell’Intonaco, succederà che l’aumento di volume del sale in asciugatura, per più cicli giornalieri, romperà i mattoni o l’intonaco in ogni sua parte.

Le cause

Le cause possono essere una o più in combinazione:

  1. Umidità di risalita muraria.
  2. Infiltrazioni laterali o mancata impermeabilizzazione  dell’edificio.
  3. Presenza di cemento negli intonaci, o di malte e mattoni con sali residuali.
  4. Realizzazione di murature  con materiali già contenenti sali.
  5. Perdite negli impianti tecnologici
  6. Incompetenza nella gestione dei materiali edili.
  7. posa di vernici non traspiranti o incompatibili con i supporti.

Salnitro e muffa bianca sul muro

Spesso si identifica questa muffa bianca con il nome di Salnitro, ma va specificato che è una generalizzazione, il Salnitro non è altro che nitrato di Potassio, KNO3, che è soltanto uno dei molti sali che possono cristallizzare in efflorescenze sui muri.

Non trattandosi di muffa possiamo escludere tutti i problemi di salute per l’uomo che questo fungo provoca, ma non da meno sono i problemi causati dai sali alla struttura dell’edificio.

muffa bianca sul muro

L’aumento dell’umidità relativa (umidità presente nell’atmosfera in un determinato momento) può indirettamente causare la presenza di muffe in zone limitrofe, le muffe sono nere e si riconoscono bene, formano puntini o vere e proprie macchie, che si espandono nel giro di pochissimi giorni.

Come eliminare la muffa bianca sul muro?

Per eseguire l’operazione di rimozione bisogna innanzitutto eliminare la causa della cristallizzazione dei sali, quindi eliminare problemi di umidità da risalita muraria o riparare le infiltrazioni presenti come descritte in precedenza. Il procedimento da seguire per il risanamento prevede il lavaggio con acqua distillata o estrazione dei sali con impacchi alla cellulosa.

Per pareti intonacate invece è preferibile asportare il vecchio intonaco ed utilizzare un intonaco antisale.

Esistono infine disincrostanti generici, ma sono appunto generici, non vanno bene per ogni tipo di sale.

Contatti:

telefono cellulare 339 3019199

e-mail info@dsdeumidificazioni.it

Preventivo

6 Commenti
  1. Vito dice

    Buongiorno.
    Ho constatato la presenza di quella “barba bianca sul muro” della stanza da letto. Questa confina con la cucina. Facendo dei lavori abbiamo constatato che, probabilmente, il tubo di scarico era filato, quindi c’era dell’umidità all’interno del muro fatto nella parte inferiore e superiore di mattono e nella parte centrale di tufo. Proprio in questa fascia, in un zona non molto estesa, si è formata questa efflorescenza. E’ stato fatto un trattamento con un solvente di cui non conosco il nome, dopo la pitturazione questo problema si è ripresentato. Abito al piano rialzato e sotto c’è una tavernetta abitata.
    Innanzitutto la perdita d’acqua da tubo di scarico può essere la causa di questa umidità di risalita? Venuta meno la causa che trattamenti sono necessari per porre fine a questo problema? Grazie e buon lavoro

  2. Daniele Stevoli dice

    Ciao Vito, le cause sono difficili da stabilire senza avere almeno qualche foto, se puoi, mandarmi delle foto alla mia e-mail info@dsdeumidificazioni.it, devono essere scattate da entrambe le facciate del muro in questione, in modo che io abbia più dati possibili da analizzare.

  3. Luigi dice

    Buonasera,
    Sulla parete bassa del bagno e in alcune zone della cucina, camera da letto e stanzetta si forma la cosiddetta muffa bianca. Il costruttore mi ha fatto il vespaio però ho questi problemi di risalita della muffa bianca. La mia abitazione è vicino al mare e in casa avevo un pozzo profondo una ventina di metri dove c’era acqua e ovviamente l’ho fatto chiudere. Attendo una vostra risposta

    1. Daniele Stevoli dice

      Troppo presto per dire che sia umidità di risalita (anche se qualche venditore di centraline munito di igrometro e termocamera potrebbe dire di sì), mi mandi delle foto ed una planimetria all’indirizzo info@dsdeumidificazioni.it e proverò ad esserle utile, tenga presente che il vespaio aerato non conta nulla e se il fenomeno è sporadico diventa molto più probabile che si tratti di una cattiva impermeabilizzazione esterna.

      1. Luigi dice

        Sarebbe una cattiva impermeabilizzazione?

  4. Luigi dice

    Sarebbe una cattiva impermeabilizzazione esterna?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.